Origine del progetto

Perché FOrever?

Il progetto "FOrever" nasce per rispondere alle esigenze di conoscenza, valorizzazione e fruizione dell'ingente patrimonio artistico legato a Dario Fo; un patrimonio talmente vasto da rendere complessa e costosa una soluzione espositiva tradizionale.
Precedenti consolidati

Perché la realtà virtuale?

Alcuni musei adottano già soluzioni di realtà virtuale in siti, che consentono ai visitatori di accedere a informazioni, giochi tematici, contenuti multimediali e integrazioni espositive all'interno della struttura museale.
Un passo avanti

Qual è l'obiettivo da raggiungere?

Il layout virtuale che l'aggregazione intende realizzare è invece un'esperienza museale digitale, renderizzata ed esplorabile dall'utente attraverso dispositivi specifici come i visori, che consentono un'immersione esperienziale in 3D al fine di conservare e rendere fruibile una parte dell'inestimabile archivio di migliaia di opere dell'Archivio Rame Fo in una prospettiva di viaggio esperienziale nello straordinario mondo di Dario Fo.
Nuove possibilità

Per chi è destinato?

Realizzare una mostra digitale delle opere di Dario Fo non sarebbe solo un passo importante verso la conservazione e la valorizzazione del suo patrimonio artistico, ma anche un passo avanti verso la fruizione dell'arte in contesti più umili che non potrebbero mai permettersi i costi di un'operazione del genere realizzata attraverso le consuete modalità di esposizione delle opere, o verso utenti più deboli e svantaggiati come anziani, disabili, meno abbienti o carcerati, tutti soggetti che, a prescindere dalle loro difficoltà, potrebbero avere un accesso più agevole attraverso una simile opportunità.